Bando del Premio 2017

venerdì 1 ottobre 2010

Filippi Fabrizio

 


Fabrizio Filippi è nato a Castagneto Carducci nell' agosto del 1953, al centro di quella dolce campagna toscana che vediamo riprodotta in molti dei suoi quadri. Vive e si dedica alla professione di pittore in una vecchia chiesa sconsacrata - ora ristrutturata ed adibita ad abitazione - chiesa in cui egli stesso ricevette a suo tempo il battesimo. Il paesaggio che lo circonda - a cui è indissolubilmente legato - è per lui motivo di costante ispirazione. Figlio di quella terra toscana, egli non deve il suo percorso pittorico né a studi accademici né a manuali di didattica artistica ma ad un lavoro lungo ed accurato di ricerca interiore che lo por ta ad estrinsecare la viva sensibilità che lo contraddistingue in opere che rappresentano proprio quell' amata terra. La spontaneità del suo operare si riflette nell'immediata freschezza che trasmette, con esiti di coinvolgente lirismo che richiamano intorno al suo lavoro consensi sempre maggiori. Nel corso della sua ventennale attività, Fabrizio Filippi ha esposto le sue opere in molte città italiane e straniere, entrando a far parte di numerose collezioni pubbliche e private.


Fra le sue piu' recenti mostre personali possono essere citate: Galleria Art Point di Firenze, Circolo Arti Figurative di Empoli,  Sala Comunale di Bolgheri, Galleria Rosa dei Venti di Piombino, Palazzo della Cultura di S. Vincenzo, Galleria Internazionale di Viareggio, Galleria Mercadante di Levanto, Galleria Comunale di Cecina, Galleria Gagliardi di Londra, Galleria Comunale di Pfarrkirchen - Germania, Centro Culturale Comunale della ex Chiesa di Pèrino a Piacenza,  Galleria Palazzo del Capitano di Siena, Galleria Nazionale di Cortona.
Sue opere figurano in numerose collezioni private e pubbliche, fra cui la Galleria Internazionale di Viareggio, la Galleria Mercadante di Levanto,  la Galleria Nazionale di Cortona, la Gagliardy Gallery di Londra, la Galleria Palazzo del Capitano di Siena e, dal 2014, il piccolomuseo di Fighille (Pg)


Cosi’ ne parla il critico Sandro Serradifalco: L’armonia dell'equilibrio compositivo, la tecnica raffinata delle suggestive cromie, sottolineano una navigata esperienza artistica ma anche spirito d'osservazione esemplare, che facilmente riscontriamo nella perfezione della forma, nella sicurezza del tratto, nel continuo perseverare in precise regole fortemente ancorate alla lettura della luce naturale. Pittore dalla sofisticata personalità stilistica, attinge dal cromatismo caldo dei propri scenari, accennando di riflesso a presenze architettoniche al fine di riuscire nell'intento scenografico entro il quale la natura si manifesta con tutto il suo fascino, con tutta la sua tensione emozionale. Fabrizio Filippi onora i colori della sua terra ed a buon diritto ne sottolinea la grande capacità narrativa, la dolce possibilità di immergersi in essi al solo scopo d'essere par te del grande progetto divino. Tale progetto è paragonabile al progetto ar tistico del maestro, il quale con savia considerazione dei propri mezzi instancabilmente tramite le più auliche manifestazioni naturalistiche si fa por tavoce delle più liriche intenzioni comunicative."



Clicca qui per visualizzare le opere presenti nel piccolomuseo di Fighille

http://fighillearte.blogspot.it/2010/10/opere-di-fabrizio-filippi-nel-museo.html